Inviata. Riceverai risposta
entro 24 ore

Company profile

Il 2017, un anno ricco di cambiamenti per Pallucco. Il cambiamento è vita, visione, strategia e attraversa i mondi in cui Pallucco investe le sue energie progettuali: luce e casa. Pallucco, allontanandosi dagli stili dominanti, ha da sempre sperimentato nuove soluzioni ricercando forme particolari ed oggetti dai forti contenuti estetici tra arte, architettura e design. “Ci vogliono gli occhi di un navigante per vedere la riva oltre l’orizzonte”… sono questi gli occhi con cui Pallucco percorre le vie del design sin dagli anni ‘80, identificando e scegliendo non quello che è semplice moda, ma quello che rappresenta la tendenza dello stile. Un approccio attento, colto e anticonformista, che ha permesso all’azienda di affermarsi nel panorama internazionale sin dalla sua fondazione. A testimoniarlo sono gli allestimenti negli spazi del Mattatoio di Milano (1987 ⁄ 1988 ⁄ 1989) e le collaborazioni con Peter Lindbergh e Rei Kawakubo. Il rigore e il minimalismo urbano sono i capisaldi di Pallucco negli anni Novanta con la direzione artistica di Hannes Wettstein, che per l’azienda disegna uno dei suoi masterpiece, la libreria Continua, portando alla ribalta del mondo del design il concetto di tecnologia come nuova forma oltre l’estetica. Gli anni Duemila sono all’insegna della decorazione. La direzione artistica di Jurgen Bey sposta l’asse dell’attenzione di Pallucco su nuove forme e nuovi linguaggi formali. Contemporaneamente si allarga il gruppo di designer che producono e sperimentano nuove soluzioni, esplorando le frontiere del design contemporaneo con la libertà espressiva che è la firma più autentica dello stile Pallucco. Hannes Wettstein, Jean Nouvel, Tom Dixon, Jaime Hayón, Christian Deuber, Sergio Calatroni, Denis Santachiara, Kazuhiro Yamanaka, Enrico Franzolini, Lagranja Design, Susanne Philippson, Matalie Crasset, Constance Guisset, Brian Rasmussen, creano per Pallucco pezzi esclusivi che segnano lo stile di un laboratorio di idee dove si confrontano le tendenze del design multiculturale. L’attuale produzione è una fusione di oggetti contemporanei, storici e senza tempo. La lampada Fortuny di Mariano Fortuny, il capolavoro visionario degli inizi del Novecento, ne rappresenta al meglio lo spirito. Pallucco ha una storia con radici in un prestigioso passato che si sta proiettando nel futuro.

L'angelo necessario