Mario Asnago & Claudio Vender

Mario Asnago & Claudio Vender designers

Mario Asnago – Architetto (Barlassina 1896 – Milano 1980); operò sempre in collaborazione con Claudio Vender (Milano 1904 – ivi 1986). Entrambi conseguirono la licenza di architettura al regio Istituto di Belle Arti di Bologna nel 1922. I primi lavori svolti insieme sono progetti per concorsi tra i quali il monumento al Caduti di Como. Nel 1928 dopo aver ottenuto l’abilitazione alla professione di architetto decidono di aprire insieme lo “Studio Asnago-Vender architetti”. Si occupano soprattutto di urbanistica (scuole – abitazioni chiese…). Le loro realizzazioni si inseriscono nella corrente razionalista degli anni Trenta con caratteristiche mantenute anche nel dopoguerra (Milano: case d’abitazione in via Euripide, 1933, 1937; edifici per uffici e abitazione in via Albricci, 1939 – 44, 1953 – 56; sistemazione di vari negozi, ecc.). Tra gli oggetti disegnati per gli arredi d’interni spiccano i tavoli e le sedie con la caratteristica “X”. L’esile struttura rappresenta la filosofia architettonica dei due designers: le superfici sono ampie ma intervallate da spazi vuoti che segnalano la presenza discreta della materia, la quale non toglie leggerezza ma solo parte della rigida uniformità che caratterizza i loro interni. Nel 1971 Vender, dopo il ritiro di Asnago, continuò l’attività con il figlio Mario e Mario Moganti.